ROSSI E GIALLI - VARIANTI IN AMBIENTE CAD

Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD
Come ottenere in automatico lo stato attuale e di fine lavori disegnando la sola tavola di sovrapposizione.

Nel presente tutorial vedremo come ottenere in automatico le tavole dello stato attuale e dello stato previsto a fine lavori disegnando la sola tavola di sovrapposizione.

Sono necessarie una conoscenza base dello spazio carta ed una versione aggiornata del software Autocad© di Autodesk.

I due più evidenti vantaggi del metodo esposto sono i seguenti:
- ogni modifica eseguita nella situazione di sovrapposizione verrà riportata in automatico anche nella situazione dello stato attuale e nella situazione dello stato previsto a fine lavori, con riduzione della possibilità di errori
- riduzione dei tempi di disegno in quanto occorre disegnare una sola situazione (quella di sovrapposizione) anziché le 3 situazioni classiche (esistente, sovrapposizione e fine lavori)

Prenderemo ad esempio il semplice caso rappresentato in figura 1, nel quale è prevista la realizzazione di un locale chiamato “locale 3” in luogo del locale chiamato “locale 2” . L’esempio comprende alcune quote e testi e l’apertura di un vano porta.


FIGURA 1 - clicca per ingrandire
Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD

La regola principale da seguire è quella di disegnare nello spazio modello la situazione di sovrapposizione (visibile in figura 1) e nello spazio carta una tavola contenente tre finestre le quali, come vedremo più avanti, andranno a contenere le tre situazioni pronte per la stampa ( esistente , sovrapposizione e fine lavori) .

Per semplicità disegniamo tutti gli elementi del disegno su tre soli layer (figura 2):
- layer “non_oggetto_di_lavori”, su cui sono disegnate le entità che dovranno essere presenti su tutte e tre le situazioni (attuale, sovrapposizione e fine lavori). Colore 250, linea continua
- layer “demolizioni”, su cui sono disegnate le entità che dovranno essere presenti solo nella tavola dello stato attuale e nella tavola di sovrapposizione. Colore 40, linea tratteggiata (o ACAD_ISO02W100).
- layer “nuove_costruzioni”, su cui sono disegnate le entità che dovranno essere presenti solo nella tavola di sovrapposizione e nella tavola della situazione prevista a fine lavori. Colore 10, linea continua


FIGURA 2 - clicca per ingrandire
Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD

Passiamo ora allo spazio carta. Si è utilizzato un layout formato A4 su cui , col comando _-VPORts, sono state disegnate 3 finestre che non appena create sono tutte uguali, in particolare rappresentano tutte e 3 la situazione di sovrapposizione (come visibile in figura 3).


FIGURA 3 - clicca per ingrandire
Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD

Il nostro obiettivo a far sì che la finestra in alto contenga lo stato di fatto e quella in basso contenga la situazione prevista a fine lavori.

Per la finestra in alto procediamo quindi in questo modo:
- click dentro la finestra
- click sull’icona “gestione proprietà layer”
a questo punto, all'interno della sola finestra corrente procediamo al seguente settaggio dei layer:
- il layer “nuove_costruzioni” viene congelato
- al layer “demolizioni“ assegniamo il colore 250 e la linea continua.
Da notare che rimarranno evidenziate in azzurro le differenze di impostazione che questo layer presenta tra lo spazio modello e la finestra dello spazio carta appena modificata (come visibile in figura 4)

FIGURA 4 - clicca per ingrandire
Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD

Per la finestra in basso procediamo invece in questo modo:
- click dentro la finestra
- click sull’icona “gestione proprietà layer”
a questo punto , all'interno della sola finestra corrente procediamo al seguente settaggio dei layer:
- il layer "demolizioni" viene congelato
- al layer “nuove_costruzioni” viene assegniamo il colore 250.

Da notare che anche in questo caso rimarranno evidenziate in azzurro le differenze di impostazione che questo layer presenterà tra lo spazio modello e la finestra dello spazio carta appena modificata (come visibile in figura 5)

FIGURA 5 - clicca per ingrandire
Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD

Il risultato finale sarà quello visibile in figura 6.

FIGURA 6 - clicca per ingrandire
Automazione “rossi e gialli” - varianti - in ambiente CAD

Si noti che l’effetto voluto viene applicato in automatico anche a quote e testi.
I concetti sopra esposti possono ovviamente essere utilizzati in situazioni ben più complesse, quali sono in genere la comuni situazioni di progettazione.
In particolare il sistema può essere applicato anche a tratteggi, riempimenti, entità e layer che prevedono diversi spessori di linea e a più tavole contenenti ciascuna una o più finestre, come di solito avviene nei casi reali di progettazione.

Le indicazioni date sono valide con qualsiasi sistema di configurazione di stampa, si consiglia tuttavia l’utilizzo di file di configurazione di stampa dipendenti da nome. Secondo gli stessi principi e anche possibile la totale eliminazione dei file di configurazione di stampa come è stato fatto per l'esempio qui trattato.